Tra Gallipoli e Bitonto prevale l’equilibrio, reti inviolate e un punto a testa

Una Domenica triste, una di quelle domeniche che difficilmente dimenticheremo, perché mandar giù la terribile notizia della scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori, per noi, amanti del calcio sarà veramente molto difficile.
Si apre con un minuto di raccoglimento in memoria del 31 enne calciatore della Viola il big match di giornata, che vedeva Gallipoli e Bitonto affrontarsi sul sintetico del Bianco, in una sfida  ad alta quota, in cui alla fine ha prevalso il massimo equilibrio con uno 0-0 tutto sommato giusto.
La prima occasione  arriva al minuto 6, Carrozza lavora bene e serve per Legari che   ci prova con una frustata dal limite, Addario c’è. Al minuto 10 il Bianco trattiene il fiato: è sempre il capitano ad accendere la luce, puntando  Camasta e saltandolo secco, scarico per l’accorrente Sansó che ci prova di prima intenzione, Elia devia mettendo fuori causa il suo estremo difensore, ma a portiere battuto la sfera termina la sua corsa sul palo , strozzando in gola l’urlo del Bianco.
Al minuto 21 è il Bitonto a provarci, Moscelli crossa dalla trequarti, Mauro libera, ma sui piedi dell’accorrente Terrone che non ci pensa su due volte e scarica un violento destro, Passaseo vola e disinnesca il pericolo. Al 33’ è ancora Sansó ad avere una buona occasione, ma il numero 8 lanciato a rete dopo una buona trama offensiva  perde il momento giusto per far male, facendosi recuperare da un sempre attento Camasta.
A dieci minuti dalla fine del prima frazione Passaseo diventa super . Terrevoli sprinta sul binario destro  e mette dentro per Modesto che impatta a botta sicura trovando però sulla sua strada un sontuoso intervento del numero 1 classe 93, che con un movimento felino salva il risultato.
È l’ultima occasione di un primo tempo abbastanza equilibrato.
La ripresa inizia con un Bitonto più propositivo. Al 4’ minuto Moscelli calcia un’insidiosa punizione dalla sinistra pescando Bonasia, il numero 6 Bitontino pasticcia un po’ con la sfera perdendo una buona occasione. All’11’ è ancora Bonasia a creare problemi al retroguardia giallorossa con una bella percussione sulla sinistra , ma Passaseo anticipa tutti evitando guai peggiori.
La risposta del Gallipoli non tarda ad arrivare ed un minuto più tardi sugli sviluppi di un corner, Legari ci prova con un bel destro al volo, palla però sul fondo.
Al quarto d’ora è il solito Moscelli a regalare ai suoi l’illusione ottica del gol con una punizione morbida che sfiora la traversa toccando solo la parte esterna della rete.
Il Gallipoli ci prova, il Bitonto però è attento e non concede nessun varco.
Al 34’vibranti proteste dei padroni di casa  per un tocco in area  di Elia ai danni di Monopoli, ma il signor Mucera di Palermo lascia correre senza molti dubbi. Nel finale è Mauro a servire il pallone buono al neo entrato Gennari, ma l’ex Fasano sbilanciato anche dal recupero di Elia , non ci arriva di un soffio, mancando quindi l’impatto con la sfera.
Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro pone fine alle ostilità, consegnando alle statistiche il secondo pari consecutivo per i giallorossi, che ora occupano in solitaria la seconda posizione, in attesa dell’insidiosa trasferta di Vieste.
Share Now

Related Post

Leave us a reply